Fauno che porta una capra Villa Adriana, 00019 Tivoli RM, Italia
Posted on 05/01/2016 / 1208

Autore: sconosciuto
Cronologia: Romano imperiale
Datazione: 117-138 d.C.
Tipologia: Scultura a tutto tondo
Luogo di provenienza: Villa Adriana (Tivoli)

Statua di Fauno che porta una capra sulle spalle.

Il Fauno è una figura della mitologia romana, una divinità della natura, per la precisione è la divinità della campagna, dei greggi e dei boschi. Il suo aspetto è dalle forme umane, ma spesso con i piedi e con le corna di capra. Più tardi fu fatto corrispondere al Satiro della mitologia greca, benché quest’ultimo fosse legato al culto del dio Dioniso (Bacco per i Romani).

È una delle più antiche divinità italiche, nonché l’istitutore dei Salii e dei Luperci, le due solidalitates dedicate al culto iniziatico di Marte. In alcune versioni del mito è identificato con un antico re del Lazio, nipote di Saturno o di Marte, figlio di Pico e Canente o Pomona e, secondo l’Eneide, padre di Latino, il quale – dopo la morte – fu venerato sia come protettore di raccolti e armenti (Inuus), sia per le sue facoltà di oracolari (Fatuus). Secondo una versione latina, era figlio di Giove e della maga Circe. La sua sposa era Fauna, chiamata anche Fatua; in versioni tarde fu associato al dio greco Pan, oltre che al Satiro. Secondo dei miti romani, ripresi poi nell’Eneide da Virgilio, Fauno era lo sposo di Marica, divinità delle acque, dalla quale ebbe Latino. Insieme a una ninfa siciliana avrebbe generato invece il bellissimo pastore Aci.

Per altri sarebbe stato il terzo re preistorico dell’Italia, e avrebbe introdotto nella penisola il culto della divinità e l’agricoltura; dopo la morte gli vennero dedicati molti onori e venne venerato come dio dei boschi, protettore delle greggi e degli armenti. Secondo altre fonti, i Fauni sarebbero stati antichi pastori, abitanti, ai primordi del mondo, nel territorio sul quale verrà fondata Roma.

Nelle comunità rurali, la sua festa (Faunàlia), ricorreva il 5 dicembre tra danze e processioni.

L’unico tempio a lui dedicato in Roma, il Tempio di Fauno, si trovava sull’Isola Tiberina. Nei pressi di un bosco situato nelle vicinanze della fontana Albunea, esisteva un celebre oracolo, dedicato al dio Fauno.

In onore del dio Fauno, protettore delle greggi e del bestiame dagli attacchi dei lupi, venivano celebrati i Lupercalia, feste purificatorie che consistevano nell’allontanare due gruppi di sacerdoti nelle foreste dopo essersi truccati in modo spaventoso, vestiti con le pelli degli animali sacrificati. Il dio Fauno era anche chiamato Luperco, in qualità di difensore delle greggi e degli abitanti della campagna dagli assalti dei lupi e lupo egli stesso.

Metodo di acquisizione: Image-based – Rilevatore: M. Brennan – Copyright:Area Archeologica di Villa Adriana

Tipologie
Scultura a tutto tondo
Reviews
There are no reviews yet, why not be the first?
Leave a Review
You must be to post a review.
Related Listings